Accoglienza

APS Cambalache crede  nell'accoglienza come opportunità di crescita per il territorio e le persone che lo vivono. Dopo l'esperienza, da gennaio 2012 a febbraio 2013, con il “Progetto di Accoglienza di Profughi Richiedenti Asilo / Protezione internazionale”, finanziato dal Ministero Italiano dell’Interno nell’ambito del Programma di Emergenza Nord Africa, l'Associazione ha attivato un Progetto di accoglienza per richiedenti asilo sul territorio di Alessandria.

Gli ospiti sono accolti in strutture abitative dislocate nel centro di Alessandria, in modo da favorire la loro integrazione con il tessuto cittadino, evitando di costruire strutture o quartieri “ghetto” avulsi dalla città. Il numero ridotto dei beneficiari, inoltre, permette di garantire ad ognuno l'assistenza necessaria durante la procedura di richiesta di asilo e l'opportunità di essere inseriti in percorsi di formazione e inserimento lavorativo.

Oltre al progetto di accoglienza straordinaria, dal 2016 APS Cambalache gestisce, con il Comune di Alessandria, la Comunità di San Benedetto al Porto e la Cooperativa Coompany&, un progetto rivolto a persone che hanno già ottenuto un titolo per essere accolte in Italia nell’ambito dello SPRAR.

Progetto CAS

Grazie al progetto CAS (Centri di Accoglienza Straordinaria), dal 2014 APS Cambalache accoglie ad Alessandria decine di richiedenti asilo, costruendo intorno a loro un percorso di integrazione con la città.

La promozione dell’inclusione sociale degli ospiti passa anche attraverso la ricerca di soluzioni abitative “diffuse” che, tra l’altro, restituiscono ai richiedenti asilo una dimensione più umana e familiare, lontana dal sovraffollamento delle strutture e dalla ghettizzazione dei migranti nei quartieri periferici delle città.

L’accoglienza gestita da APS Cambalache conta un numero ridotto di beneficiari che permette agli operatori di organizzare servizi qualitativamente elevati e di prendere in carico il benessere di ciascun ospite.

Ad oggi, fanno parte del progetto CAS 34 ragazzi provenienti da Bangladesh, Pakistan, Somalia, Nigeria, Gambia, Togo, Sierra Leone, Mali, Guinea Conakry, Camerun, Afghanistan, che vivono in sette appartamenti situati nel centro di Alessandria.

Progetto SPRAR

Dal 2016 APS Cambalache gestisce, con la Comunità San benedetto al Porto e Coompany & Società cooperativa sociale, il progetto SPRAR del Comune di Alessandria.

Il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati è un sistema di accoglienza non più emergenziale ma ordinario che prevede una pianificazione sul territorio più attenta e regolamentata.

A differenza del percorso emergenziale, lo SPRAR è rivolto a persone che hanno già ottenuto un titolo per essere accolte in Italia.

I beneficiari del progetto, accolti in 4 appartamenti ad Alessandria e 1 a Valmadonna, sono 25 titolari di protezione internazionale/motivi umanitari o richiedenti asilo provenienti da Ucraina, Senegal, Mali, Sudan, Gambia, Pakistan, Afghanistan, Costa d'Avorio, Guinea Conackry, Nigeria, Ghana, Ciad. 

Tra gli ospiti, quasi tutti uomini adulti, c’è anche una mamma con 4 bambini.