DICONO DI NOI

DICONO DI NOI

LA RASSEGNA STAMPA

Dalla tendopoli all’apicoltura, cinque ragazzi ritrovano un futuro grazie a Medici per i diritti umani
Repubblica 31/08/2019
In Calabria, nella piana di Gioia Tauro, braccianti africani sono stati inseriti in un percorso professionale e hanno ora la prospettiva di un lavoro stabile. Le realtà coinvolte hanno firmato una carta etica per il rispetto dei diritti del lavoratore.
Leggi l'articolo
Quando la salvezza si chiama miele. Con Medu e Terragiusta 5 migranti diventano apicoltori
MediterraneiNews 22/08/2019
Partire da una tendopoli, senza la prospettiva di un futuro. Le giornate passate nei campi, sotto il sole cocente, la notte al buio, solo la terra sotto i piedi e nessun diritto sulla propria pelle. Ritrovarsi tra le mani un contratto regolare, un letto dove dormire, il rispetto della propria dignità e il sogno di un lavoro e di una vita stabile. Una prospettiva.
Sono migliaia ogni anno i migranti, per lo più di origine africana, che arrivano in Calabria, nella piana di Gioia Tauro, per la raccolta stagionale: arance, fragole, pomodori. Chi vive in alloggi di fortuna, chi nella baraccopoli, sgomberata a marzo scorso, quindi nella tendopoli, i più fortunati in un container. Ma per cinque di loro una porta si sta aprendo, grazie all’apicoltura e a Bee My Job, il cui modello di formazione e inserimento lavorativo è arrivato anche in questa difficile area di intervento.
Leggi l'articolo
Historical Mirrorism: Reckoning with Migration and Integration in Italy
The Yale Review of International Studies – aprile 2019
On a breezy day in late July, Abdul Sane bikes to a plot of land outside of Forte Di Acqui Park in Alessandria, Italy. The plot is flanked on both sides by vegetable gardens run by Caritas Diocesana of Alessandria, which distributes lots to economically vulnerable citizens for farming. Sane wears the top portion of a beekeeper’s suit and lights a hive smoker stuffed with dried grass. An experienced beekeeper of two years, he slips on a veil to protect his head and face, but forgoes gloves. He wanders over to an expansive apiary comprised of twenty bee hives. Surrounded by synchronized buzzing and puffing smoke along the way, he explains, “The smoke calms the bees, making my job easier.”
Sane is head beekeeper of the Bee My Job program established and managed by the Associazione di Sociale Promozione Cambalache (APS Cambalache). The mission of Bee My Job is to promote the social and economic integration of asylum-seekers and immigrants.
Leggi l'articolo
Il trailer di The Climate Limbo, il documentario sulle migrazioni e i mutamenti climatici
Rivista Studio, 16/04/2019
Quando discutiamo di migranti, soprattutto in Italia dove il dibattito è avvelenato dall’opportunismo politico, spesso dimentichiamo il ruolo che i cambiamenti climatici oggi rivestono nell’innescare le migrazioni umane. È su questo tema che vuole riflettere The Climate Limbo, il documentario scritto da Elena Brunello e diretto da Paolo Caselli e Francesco Ferri, che racconta le storie di quanti hanno abbandonato le loro terre perché diventate impossibili da vivere, ma anche di tutti quegli agricoltori e allevatori italiani sul cui lavoro influiscono sempre di più i cambiamenti del clima.
Leggi l'articolo
Immigrazione e lavoro: 5 storie innovative che migliorano la società
Le Nius 2/04/2019
Ci siamo talmente assuefatti ad un immaginario fatto di sbarchi o non sbarchi, porti chiusi o porti aperti, accoglienza o respingimenti, che ci dimentichiamo del 90% degli immigrati presenti in Italia che risiede regolarmente nel nostro paese e nel nostro paese si è costruito, o sta provando a costruirsi, un nuovo pezzo del suo percorso di vita.
Leggi l'articolo
Bee My Job, un progetto di apicoltura urbana per promuovere l’integrazione
Il Giornale del cibo, 22/02/2019
“Nel mondo delle api dove c’è collaborazione, c’è valore. È un’ottima metafora di quella che dovrebbe essere anche la nostra società”, così Mara Alacqua, presidente dell’associazione Cambalache, riassume in un’unica suggestione il senso di Bee My Job, progetto di apicoltura urbana e sociale che coinvolge, ad Alessandria e non solo, richiedenti asilo, rifugiati e titolari di protezione internazionale.
Leggi l'articolo
Così il rifugiato può diventare un apicoltore.
Il Sole 24 Ore, 3/05/2018
E’ giovane, arriva dal Bangladesh ed è un rifugiato. Ha terminato il periodo di tirocinio ed è pronto per essere inserito stabilmente in una azienda apistica di Genova, Apicoltura Piccardo. «Dopo alcune difficoltà burocratiche ce l’abbiamo fatta: stiamo preparando le carte per l’assunzione con il contratto agricolo», conferma Benedetto Piccardo, amministratore unico della piccola impresa ligure. Piccardo è uno dei 27 imprenditori dell’apicoltura italiana che dal 2015 ad oggi hanno consentito a 44 rifugiati e richiedenti asilo di imparare un mestiere e che in almeno sette casi hanno anche offerto una occupazione stabile, con un regolare contratto di assunzione.
Leggi l'articolo
Nuovo furto al Forte Acqui: portate via le reti che proteggono dalle api.
AlessandriaNews, 18/04/2018
Un gesto non solamente illegale ma particolarmente odioso perché colpisce chi si impegna per aiutare il prossimo, è quanto è successo nella notte fra lunedì e martedì, quando qualcuno ha tagliato e asportato la recinzione, di un certo valore, predisposta dall’associazione Cambalache a Forte Acqui. “Ci sentiamo impotenti”.
Leggi l'articolo
Le virtù del miele e i segreti per scegliere quello migliore.
Tv2000- Siamo Noi, 12/04/2018
Come scegliere il miele migliore, buono e soprattutto italiano? Questo prodotto fa bene alla salute e oggi scopriremo le sue mille virtù e i tanti modi di utilizzarlo. Ospiti in studio: Maura Pismataro, personal chef; Daniele Segnini, nutrizionista; Federico Coccia, Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Angela Garofalo, responsabile zootecnia e apicoltura Confederazione Italiana Agricoltori; Letizia Davoli, conduttrice di Tv2000, e collegata da Milano Debora Morano di Aps Cambalache.
Guarda la puntata
``Bee my job``, un lavoro in apicoltura per i richiedenti asilo.
Redattore Sociale, 11/04/2018
Originario del Senegal, Abdul è stato accolto ad Alessandria dove ha partecipato al progetto di apicoltura urbana e sociale “Bee my job”, rivolto a rifugiati e richiedenti asilo. Oggi fa il tutor a chi segue lo stesso percorso di formazione e integrazione professionale. Se ne parla a Italia-Italie.
Leggi l'articolo
L’UNHCR premia le aziende che favoriscono l’integrazione dei rifugiati.
22/03/2017 www.unhcr.it
L’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR) ha premiato questa mattina, presso la sede di Assolombarda, alla presenza di rappresentanti del Comune e della Prefettura di Milano, le aziende che nel 2017 si sono contraddistinte per aver favorito l’inserimento professionale dei rifugiati e per aver sostenuto il loro processo d’integrazione in Italia.
Leggi l'articolo
Bee My Job su Radio24 - Il Sole24Ore.
17/03/2018 Radio24
Francesca Bongiorno, operatrice di APS Cambalache, racconta “Bee My Job” ai microfoni di Valentina Furlanetto nel programma settimanale “Indovina chi viene a cena?”.
Ascolta il podcast della trasmissione
Migranti a scuola di apicoltura: così l’integrazione è più dolce. Il progetto di Alessandria esportato da Nord a Sud.
16/02/2018 La Stampa
“Bee My Job” è un’iniziativa che da già ha ottenuto risposte positive sia da parte delle aziende interessate ad assumere, sia dei futuri apicoltori per imparare un mestiere.
Leggi l'articolo
Bee My Job non lascia ma triplica. Spin-off in Centro e Sud Italia e sostegno dell’UNHCR.
14/02/2018 AlessandriaNews
Il progetto, che si occupa di formazione e inserimenti lavorativi dei richiedenti asilo, è un premiato modello alessandrino di integrazione che è giunto alla sua quarta edizione. Con al centro sempre integrazione, api e agricoltura, si aggiungono tante novità e partnership importanti.
Leggi l'articolo
Bee My Job: Il Riscatto delle Api.
www.ilcartello.eu - 14/12/17
Prendete una cartina geografica e piazzatevi sopra l’Africa. Svoltate verso la costa e tuffatevi in mare. Arrivate in Italia, a nuoto o come riuscite, se ce la fate.
Leggi l'articolo
La storia di Abdul, da prigioniero in Libia ad apicoltore in Piemonte.
6/11/2017- www.tpi.it
Il documentario Bee My Job, prodotto dall’associazione Cambalache che si occupa di integrare rifugiati e richiedenti asilo, è il racconto di come il destino delle api e degli uomini si intrecciano.
Leggi l'articolo
“Bee my job film”, al Macallè la presentazione del trailer.
AlessandriaNews, 18/09/2017
Un documentario che gioca sulla similitudine tra l’importanza di uno sciame d’api per l’equilibrio dell’ecosistema e la necessità di lasciare spazio alle contaminazioni culturali, di accogliere chi fugge da guerre, chi è minacciato da sistemi fragili e pericolosi.
Bee My Job: ad Alessandria migranti africani addestrati a apicoltura.
OnuItalia, 05/09/2017
“Bee My Job”: con questo slogan un gruppo in Italia sta addestrando migranti arrivati dall’Africa sub-Sahariana a diventare apicoltori. Gli sforzi fatti dall’Unione Europea per contenere il traffico di persone dal continente africano non tengono conto del fatto che l’Europa ha bisogno di questo tipo di lavoratori, sostengono gli organizzatori del progetto. Secondo Oxfam l’Italia da sola avrà bisogno di 1,6 milioni di migranti nei prossimi 10 anni.
Leggi l'articolo
African Migrants Find Work as Beekeepers in Italy.
Voice Of America, 01/09/2017
A group in Italy is training migrants — mostly from sub-Saharan Africa — as beekeepers, then pairing them with honey producers who need employees. Aid groups say new efforts by European leaders to stem the flow of migrants from Africa ignores the fact that Europe needs these workers. According to Oxfam, Italy alone will need 1.6 million migrants over the next 10 years.
Leggi l'articolo
La nuova vita passa da un lavoro. Ma le opportunità sono per pochi.
La Stampa, 31/08/2017
Nel turismo e in agricoltura le rare esperienze che funzionano. Però la maggior parte dei migranti non completa la formazione.
Leggi l'articolo
Clima “impazzito” sconvolge le api e riduce la produzione di miele.
radiogold.it, 09/08/2017
A confermare le difficoltà del settore sono anche alcuni apicoltori della provincia di Alessandria.
Leggi l'articolo
Bee my job: un cortometraggio su integrazione e rispetto della natura.
radiogold.it, 06/08/2017
Promosso dall’associazione Cambalache, racconta la storia di Abdul, un rifugiato senegalese proveniente da una famiglia contadina, che ad Alessandria ha saputo ricostruire un rapporto con la terra e con le api.
Leggi l'articolo
``Bee My Job``, i volti e le api tra docufilm e fotografie.
Il Piccolo, 04/08/2017
Leggi l'articolo
“Bee My Job”: il progetto è protagonista di una mostra fotografica e di un cortometraggio.
alessandrianews.it 04/08/2017
Durante il corso di formazione in apicoltura e agricoltura biologica il fotografo Daniele Robotti ha realizzato una serie di scatti dei partecipanti e dei loro insegnanti al lavoro. Il documentario di Due Otto Film mette in luce i diversi aspetti di questa esperienza: la conoscenza del territorio, l’integrazione dei rifugiati e dei richiedenti asilo e il rispetto della natura.
Leggi l'articolo
L’integrazione di rifugiati e migranti si fa con l’apicoltura.
La Stampa, 25/07/2017
“Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge”. Così recita l’articolo 10 della nostra Costituzione e a volte c’è chi se ne ricorda. Per creare valore si deve lasciare spazio alle contaminazioni. È il messaggio del progetto di apicoltura urbana e sociale di Bee my job 2.0 promosso dall’associazione Cambalache, che vede il coinvolgimento di rifugiati e richiedenti asilo accolti nella città di Alessandria.
Leggi l'articolo
'Bee My Job' unites beekeeping with refugees for integration.
INFOMIGRANTS - ANSA - 17/07/2017
Honey that tastes like reception and integration: “Bee My Job” is an Italian training and job placement programme in the beekeeping sector for refugees and asylum seekers.
Leggi l'articolo
“Bee My Job 2.0”: presto le ``cassette`` acquistabili con i frutti del lavoro dei migranti.
alessandrianews.it, 16/07/2017
Attivati 24 nuovi tirocini rivolti ai rifugiati e ai richiedenti asilo accolti dall’associazione Cambalache e inseriti nel progetto SPRAR del Comune di Alessandria, a cui da quest’anno hanno avuto accesso anche soggetti svantaggiati individuati dal CISSACA di Alessandria e dalla Cooperativa Sociale Coompany&.
Leggi l'articolo
Bee my job, apicoltura con rifugiati per l'integrazione - Progetto di formazione e inserimento lavorativo ad Alessandria.
ANSA - 14/07/2017
Da migranti ad apicoltori. “Bee my job” è un progetto di apicoltura urbana e sociale con la quale rifugiati e richiedenti asilo hanno l’opportunità di imparare un mestiere, incontrare i cittadini italiani e integrarsi attraverso il lavoro. L’iniziativa è portata avanti nel comune di Alessandria dall’associazione di promozione sociale Cambalache e coinvolge i migranti ospiti dei centri di accoglienza del comune e i soggetti vulnerabili aiutati dai progetti di Caritas e servizi sociali.
Leggi l'articolo
Zucchini coltivati dai migranti ora si acquistano su WhatsApp.
La Stampa - 07/07/2017
Gli ortaggi curati dai richiedenti asilo si vendono su WhatsApp: è stato aperto un gruppo (con oltre 250 partecipanti, per ora) su cui ogni giorno vengono condivise le foto del raccolto e delle verdure disponibili.
Leggi l'articolo
Accoglienza immigrati da manuale con Bee My Job.
Fondazione SociAL - 28/06/17
Il progetto Bee my job, promosso dall’Associazione Camabalche e sostenuto dalla Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2014 e 2016, è stato inserito nel Manuale nazionale della buone partiche dello SPRAR.
Leggi l'articolo
Bee My Job selezionato dalla Robert F. Kennedy Human Rights.
Fondazione SociAL - 28/06/17
Bee My Job, il progetto di apicoltura urbana e sociale per rifugiati e richiedenti asilo promosso dall’Associazione Camablache e sostenuto dalla Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2016 e 2016, è una delle 10 best practices individuate dalla Robert F Kennedy Human Rights per la RFK Flagship Initiative for Mediterranean Challenges.
Leggi l'articolo
L'apicoltura dei richiedenti asilo piace anche a livello nazionale.
Il Piccolo - 07/04/2017
Leggi l'articolo
Apicoltura solidale.
L'Apis - n. 3 marzo-aprile 2017
Coltivare significa letteralmente lavorare un terreno affinché produca frutti. Il raccolto che la nostra associazione Cambalache ha immaginato è fatto di rispetto, di inclusione, di conoscenza e reciproco scambio. Il terreno giusto per mettere in pratica questo impegno lo ha trovato quando ha avuto accesso al mondo delle api.
Leggi l'articolo
Rifugiati e richiedenti asilo si formano all’EnAIP.
enaip.piemonte.it, 27/02/2017
Partito presso l’EnAIP di Alessandria, il 20 febbraio, un corso di formazione in agricoltura e apicoltura. I beneficiari sono rifugiati, richiedenti asilo e soggetti deboli, individuati da APS Cambalache, Cissaca, Coompany& e Caritas Diocesana di Alessandria.
Leggi l'articolo
Rifugiati e richiedenti asilo in aula con “Bee My Job 2.0” e “Iniziativa Lavoro”.
Alessandria news - 25/02/2017
Quest’anno i progetti “Bee My Job 2.0” e “Iniziativa Lavoro”, promossi da Aps Cambalache, portano in aula 25 nuovi studenti per il corso di formazione in apicoltura e agricoltura biologica. I beneficiari dei progetti sono rifugiati, richiedenti asilo e soggetti deboli, individuati da APS Cambalache, Cissaca, Coompany& e Caritas Diocesana di Alessandria.
Leggi l'articolo
In salvo dalla Guinea, muore mentre va al lavoro.
La Stampa - 16/10/2016
Sopravvivere all’Odissea sulla carretta del mare e poi morire per un incidente in bici proprio quando la vita comincia a girare per il verso giusto. Il bastone tra le ruote gliel’ha messo il destino: lo scorso venerdì 7 ottobre, un automobilista ha aperto la portiera della macchina mentre Sirabji Bjau, 21 anni, in sella alla sua bici stava raggiungendo il posto di lavoro.
Leggi l'articolo
Ora i migranti studiano per fare gli apicoltori - Un nuovo progetto al Forte Acqui vuole aiutarli a trovare lavoro.
La Stampa - 27/03/2016
Si avvicinano alle api senza timore, maneggiano i telai scordandosi dei guanti e si muovono tra le arnie con una tranquillità che stupisce. La paura non è un limite per i ragazzi che partecipano al progetto Bee My Job dell’associazione Cambalache di Alessandria: sono tutti richiedenti asilo tra i 17 e i 30 anni.
Leggi l'articolo
Bee My Job: per una cultura rispettosa di uomini e ambiente.
L'Apis - n.2 - Febbraio 2016
Mettiamo alcune imprese leader nel settore dell’apicoltura. Mettiamo un gruppo di ragazzi arrivati in Italia da varie parti del mondo per fuggire dalla guerra, dalla fame, dalle torture e cercare un futuro migliore. Aggiungiamo la voglia di mettersi in gioco, con una nuova professione e poi loro, quegli straordinari animali che sono le api. Ed ecco che nasce un percorso, una nuova esperienza di vita per un gruppo di giovani, quattro richiedenti asilo provenienti da diversi paesi dell’Africa, e al tempo stesso per due aziende piemontesi che con loro hanno iniziato a lavorare.
Leggi l'articolo
Ismail, il profugo apicoltore che ora insegna il mestiere.
Il secolo XIX - 09/10/2016
La paura più grande da affrontare è stata quella verso le api, «perché da noi, in Africa, sono più aggressive». Dopo due anni, c’è chi maneggia le arnie a mani nude.
Leggi l'articolo
Una mattinata con le api e il ronzio dell'integrazione.
Il Piccolo - 07/10/2016
Leggi l'articolo
La natura sociale dell’apicoltura.
Blog Luca Fanelli - 29/10/2015
Delle testimonianze emerse nella tavola rotonda su apicoltura e cooperazione, una delle più efficaci, a mio parere è stata quella di Celso, che ha raccontato delle sue esperienze in Africa: “Appena arrivato, con il mio sapere tecnico di apicoltore, ho constatato che nessuno applicava delle tecniche moderne.
Leggi l'articolo
A Forte Acqui l’apiario urbano e solidale.
Zapping - 28/10/2015
Combinare l’accoglienza e la formazione professionale, regalando al contempo qualcosa d’innovativo alla città, non è un obiettivo facile da conseguire. Eppure, APS Cambalache, supportata dalla Fondazione SociAL e da altri 13 partner, pubblici e privati, c’é riuscita grazie al progetto “Bee My Job” e all’apertura dell’apiario urbano al Forte Acqui di Alessandria.
Leggi l'articolo
L’apicoltura a Forte Acqui grazie a Bee My Job.
Fondazione SociAL - 12/10/2015
Sono state inaugurate giovedì 1 ottobre le arnie del progetto Bee My Job, un’iniziativa di apicoltura sociale e urbana avviata dall’associazione Cambalache, con l’intento di formare professionalmente e inserire nel mondo del lavoro i richiedenti asilo e i rifugiati.
Leggi l'articolo
L'apicoltura sbarca a Forte Acqui.
Alessandria news - 05/10/2015
Sono state inaugurate giovedì 1 ottobre le arnie del progetto Bee My Job, un’iniziativa di apicoltura sociale e urbana avviata dall’associazione Cambalache, con l’intento di formare professionalmente e inserire nel mondo del lavoro i richiedenti asilo e i rifugiati.
Leggi l'articolo
Allevare le api? Può favorire l'integrazione dei rifugiati.
Repubblica - 05/05/2015
Un progetto sperimentale che punta sul mezzo più prezioso per restituire dignità e favorire l’integrazione: il lavoro. Una scommessa che passa attraverso la natura e l’articolato sistema di vita delle api, alleate indispensabili del mondo agricolo.
Leggi l'articolo
Rifugiati apicoltori in quel di Alessandria.
Vie di fuga - 28/04/2015
Ad Alessandria negli anni della crisi, dove trovare lavoro sembra quasi un miracolo, soprattutto se si è stranieri, nasce un progetto che unisce ambiente, rifugiati, richiedenti asilo e lavoro. Promotrice del progetto è l’Associazione Cambalache e il titolo del progetto, che gioca con l’inglese, non lascia spazio a dubbi: “Bee my job”.
Leggi l'articolo
Rifugiati politici e apicoltura.
Aspromiele - 31/03/2015
Aspromiele ha collaborato con l’associazione “Cambalache”, da anni impegnata in provincia di Alessandria nell’accoglienza di cittadini stranieri, alla realizzazione del progetto “Bee My Job” (leggi tutto), finanziato dalla Fondazione SociAL, organizzando un corso di formazione in apicoltura rivolto a 17 persone richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale.
Leggi l'articolo
I profughi diventano apicoltori e tengono lezioni ai ragazzi
La Stampa - 2015
Leggi l'articolo

LA RASSEGNA STAMPA

Dalla tendopoli all’apicoltura, cinque ragazzi ritrovano un futuro grazie a Medici per i diritti umani
Repubblica 31/08/2019
In Calabria, nella piana di Gioia Tauro, braccianti africani sono stati inseriti in un percorso professionale e hanno ora la prospettiva di un lavoro stabile. Le realtà coinvolte hanno firmato una carta etica per il rispetto dei diritti del lavoratore.
Leggi l'articolo
Quando la salvezza si chiama miele. Con Medu e Terragiusta 5 migranti diventano apicoltori
MediterraneiNews 22/08/2019
Partire da una tendopoli, senza la prospettiva di un futuro. Le giornate passate nei campi, sotto il sole cocente, la notte al buio, solo la terra sotto i piedi e nessun diritto sulla propria pelle. Ritrovarsi tra le mani un contratto regolare, un letto dove dormire, il rispetto della propria dignità e il sogno di un lavoro e di una vita stabile. Una prospettiva.
Sono migliaia ogni anno i migranti, per lo più di origine africana, che arrivano in Calabria, nella piana di Gioia Tauro, per la raccolta stagionale: arance, fragole, pomodori. Chi vive in alloggi di fortuna, chi nella baraccopoli, sgomberata a marzo scorso, quindi nella tendopoli, i più fortunati in un container. Ma per cinque di loro una porta si sta aprendo, grazie all’apicoltura e a Bee My Job, il cui modello di formazione e inserimento lavorativo è arrivato anche in questa difficile area di intervento.
Leggi l'articolo
Historical Mirrorism: Reckoning with Migration and Integration in Italy
The Yale Review of International Studies – aprile 2019
On a breezy day in late July, Abdul Sane bikes to a plot of land outside of Forte Di Acqui Park in Alessandria, Italy. The plot is flanked on both sides by vegetable gardens run by Caritas Diocesana of Alessandria, which distributes lots to economically vulnerable citizens for farming. Sane wears the top portion of a beekeeper’s suit and lights a hive smoker stuffed with dried grass. An experienced beekeeper of two years, he slips on a veil to protect his head and face, but forgoes gloves. He wanders over to an expansive apiary comprised of twenty bee hives. Surrounded by synchronized buzzing and puffing smoke along the way, he explains, “The smoke calms the bees, making my job easier.”
Sane is head beekeeper of the Bee My Job program established and managed by the Associazione di Sociale Promozione Cambalache (APS Cambalache). The mission of Bee My Job is to promote the social and economic integration of asylum-seekers and immigrants.
Leggi l'articolo
Il trailer di The Climate Limbo, il documentario sulle migrazioni e i mutamenti climatici
Rivista Studio, 16/04/2019
Quando discutiamo di migranti, soprattutto in Italia dove il dibattito è avvelenato dall’opportunismo politico, spesso dimentichiamo il ruolo che i cambiamenti climatici oggi rivestono nell’innescare le migrazioni umane. È su questo tema che vuole riflettere The Climate Limbo, il documentario scritto da Elena Brunello e diretto da Paolo Caselli e Francesco Ferri, che racconta le storie di quanti hanno abbandonato le loro terre perché diventate impossibili da vivere, ma anche di tutti quegli agricoltori e allevatori italiani sul cui lavoro influiscono sempre di più i cambiamenti del clima.
Leggi l'articolo
Immigrazione e lavoro: 5 storie innovative che migliorano la società
Le Nius 2/04/2019
Ci siamo talmente assuefatti ad un immaginario fatto di sbarchi o non sbarchi, porti chiusi o porti aperti, accoglienza o respingimenti, che ci dimentichiamo del 90% degli immigrati presenti in Italia che risiede regolarmente nel nostro paese e nel nostro paese si è costruito, o sta provando a costruirsi, un nuovo pezzo del suo percorso di vita.
Leggi l'articolo
Bee My Job, un progetto di apicoltura urbana per promuovere l’integrazione
Il Giornale del cibo, 22/02/2019
“Nel mondo delle api dove c’è collaborazione, c’è valore. È un’ottima metafora di quella che dovrebbe essere anche la nostra società”, così Mara Alacqua, presidente dell’associazione Cambalache, riassume in un’unica suggestione il senso di Bee My Job, progetto di apicoltura urbana e sociale che coinvolge, ad Alessandria e non solo, richiedenti asilo, rifugiati e titolari di protezione internazionale.
Leggi l'articolo
Così il rifugiato può diventare un apicoltore.
Il Sole 24 Ore, 3/05/2018
E’ giovane, arriva dal Bangladesh ed è un rifugiato. Ha terminato il periodo di tirocinio ed è pronto per essere inserito stabilmente in una azienda apistica di Genova, Apicoltura Piccardo. «Dopo alcune difficoltà burocratiche ce l’abbiamo fatta: stiamo preparando le carte per l’assunzione con il contratto agricolo», conferma Benedetto Piccardo, amministratore unico della piccola impresa ligure. Piccardo è uno dei 27 imprenditori dell’apicoltura italiana che dal 2015 ad oggi hanno consentito a 44 rifugiati e richiedenti asilo di imparare un mestiere e che in almeno sette casi hanno anche offerto una occupazione stabile, con un regolare contratto di assunzione.
Leggi l'articolo
Nuovo furto al Forte Acqui: portate via le reti che proteggono dalle api.
AlessandriaNews, 18/04/2018
Un gesto non solamente illegale ma particolarmente odioso perché colpisce chi si impegna per aiutare il prossimo, è quanto è successo nella notte fra lunedì e martedì, quando qualcuno ha tagliato e asportato la recinzione, di un certo valore, predisposta dall’associazione Cambalache a Forte Acqui. “Ci sentiamo impotenti”.
Leggi l'articolo
Le virtù del miele e i segreti per scegliere quello migliore.
Tv2000- Siamo Noi, 12/04/2018
Come scegliere il miele migliore, buono e soprattutto italiano? Questo prodotto fa bene alla salute e oggi scopriremo le sue mille virtù e i tanti modi di utilizzarlo. Ospiti in studio: Maura Pismataro, personal chef; Daniele Segnini, nutrizionista; Federico Coccia, Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Angela Garofalo, responsabile zootecnia e apicoltura Confederazione Italiana Agricoltori; Letizia Davoli, conduttrice di Tv2000, e collegata da Milano Debora Morano di Aps Cambalache.
Guarda la puntata
``Bee my job``, un lavoro in apicoltura per i richiedenti asilo.
Redattore Sociale, 11/04/2018
Originario del Senegal, Abdul è stato accolto ad Alessandria dove ha partecipato al progetto di apicoltura urbana e sociale “Bee my job”, rivolto a rifugiati e richiedenti asilo. Oggi fa il tutor a chi segue lo stesso percorso di formazione e integrazione professionale. Se ne parla a Italia-Italie.
Leggi l'articolo
L’UNHCR premia le aziende che favoriscono l’integrazione dei rifugiati.
22/03/2017 www.unhcr.it
L’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR) ha premiato questa mattina, presso la sede di Assolombarda, alla presenza di rappresentanti del Comune e della Prefettura di Milano, le aziende che nel 2017 si sono contraddistinte per aver favorito l’inserimento professionale dei rifugiati e per aver sostenuto il loro processo d’integrazione in Italia.
Leggi l'articolo
Bee My Job su Radio24 - Il Sole24Ore.
17/03/2018 Radio24
Francesca Bongiorno, operatrice di APS Cambalache, racconta “Bee My Job” ai microfoni di Valentina Furlanetto nel programma settimanale “Indovina chi viene a cena?”.
Ascolta il podcast della trasmissione
Migranti a scuola di apicoltura: così l’integrazione è più dolce. Il progetto di Alessandria esportato da Nord a Sud.
16/02/2018 La Stampa
“Bee My Job” è un’iniziativa che da già ha ottenuto risposte positive sia da parte delle aziende interessate ad assumere, sia dei futuri apicoltori per imparare un mestiere.
Leggi l'articolo
Bee My Job non lascia ma triplica. Spin-off in Centro e Sud Italia e sostegno dell’UNHCR.
14/02/2018 AlessandriaNews
Il progetto, che si occupa di formazione e inserimenti lavorativi dei richiedenti asilo, è un premiato modello alessandrino di integrazione che è giunto alla sua quarta edizione. Con al centro sempre integrazione, api e agricoltura, si aggiungono tante novità e partnership importanti.
Leggi l'articolo
Bee My Job: Il Riscatto delle Api.
www.ilcartello.eu - 14/12/17
Prendete una cartina geografica e piazzatevi sopra l’Africa. Svoltate verso la costa e tuffatevi in mare. Arrivate in Italia, a nuoto o come riuscite, se ce la fate.
Leggi l'articolo
La storia di Abdul, da prigioniero in Libia ad apicoltore in Piemonte.
6/11/2017- www.tpi.it
Il documentario Bee My Job, prodotto dall’associazione Cambalache che si occupa di integrare rifugiati e richiedenti asilo, è il racconto di come il destino delle api e degli uomini si intrecciano.
Leggi l'articolo
“Bee my job film”, al Macallè la presentazione del trailer.
AlessandriaNews, 18/09/2017
Un documentario che gioca sulla similitudine tra l’importanza di uno sciame d’api per l’equilibrio dell’ecosistema e la necessità di lasciare spazio alle contaminazioni culturali, di accogliere chi fugge da guerre, chi è minacciato da sistemi fragili e pericolosi.
Bee My Job: ad Alessandria migranti africani addestrati a apicoltura.
OnuItalia, 05/09/2017
“Bee My Job”: con questo slogan un gruppo in Italia sta addestrando migranti arrivati dall’Africa sub-Sahariana a diventare apicoltori. Gli sforzi fatti dall’Unione Europea per contenere il traffico di persone dal continente africano non tengono conto del fatto che l’Europa ha bisogno di questo tipo di lavoratori, sostengono gli organizzatori del progetto. Secondo Oxfam l’Italia da sola avrà bisogno di 1,6 milioni di migranti nei prossimi 10 anni.
Leggi l'articolo
African Migrants Find Work as Beekeepers in Italy.
Voice Of America, 01/09/2017
A group in Italy is training migrants — mostly from sub-Saharan Africa — as beekeepers, then pairing them with honey producers who need employees. Aid groups say new efforts by European leaders to stem the flow of migrants from Africa ignores the fact that Europe needs these workers. According to Oxfam, Italy alone will need 1.6 million migrants over the next 10 years.
Leggi l'articolo
La nuova vita passa da un lavoro. Ma le opportunità sono per pochi.
La Stampa, 31/08/2017
Nel turismo e in agricoltura le rare esperienze che funzionano. Però la maggior parte dei migranti non completa la formazione.
Leggi l'articolo
Clima “impazzito” sconvolge le api e riduce la produzione di miele.
radiogold.it, 09/08/2017
A confermare le difficoltà del settore sono anche alcuni apicoltori della provincia di Alessandria.
Leggi l'articolo
Bee my job: un cortometraggio su integrazione e rispetto della natura.
radiogold.it, 06/08/2017
Promosso dall’associazione Cambalache, racconta la storia di Abdul, un rifugiato senegalese proveniente da una famiglia contadina, che ad Alessandria ha saputo ricostruire un rapporto con la terra e con le api.
Leggi l'articolo
``Bee My Job``, i volti e le api tra docufilm e fotografie.
Il Piccolo, 04/08/2017
Leggi l'articolo
“Bee My Job”: il progetto è protagonista di una mostra fotografica e di un cortometraggio.
alessandrianews.it 04/08/2017
Durante il corso di formazione in apicoltura e agricoltura biologica il fotografo Daniele Robotti ha realizzato una serie di scatti dei partecipanti e dei loro insegnanti al lavoro. Il documentario di Due Otto Film mette in luce i diversi aspetti di questa esperienza: la conoscenza del territorio, l’integrazione dei rifugiati e dei richiedenti asilo e il rispetto della natura.
Leggi l'articolo
L’integrazione di rifugiati e migranti si fa con l’apicoltura.
La Stampa, 25/07/2017
“Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge”. Così recita l’articolo 10 della nostra Costituzione e a volte c’è chi se ne ricorda. Per creare valore si deve lasciare spazio alle contaminazioni. È il messaggio del progetto di apicoltura urbana e sociale di Bee my job 2.0 promosso dall’associazione Cambalache, che vede il coinvolgimento di rifugiati e richiedenti asilo accolti nella città di Alessandria.
Leggi l'articolo
'Bee My Job' unites beekeeping with refugees for integration.
INFOMIGRANTS - ANSA - 17/07/2017
Honey that tastes like reception and integration: “Bee My Job” is an Italian training and job placement programme in the beekeeping sector for refugees and asylum seekers.
Leggi l'articolo
“Bee My Job 2.0”: presto le ``cassette`` acquistabili con i frutti del lavoro dei migranti.
alessandrianews.it, 16/07/2017
Attivati 24 nuovi tirocini rivolti ai rifugiati e ai richiedenti asilo accolti dall’associazione Cambalache e inseriti nel progetto SPRAR del Comune di Alessandria, a cui da quest’anno hanno avuto accesso anche soggetti svantaggiati individuati dal CISSACA di Alessandria e dalla Cooperativa Sociale Coompany&.
Leggi l'articolo
Bee my job, apicoltura con rifugiati per l'integrazione - Progetto di formazione e inserimento lavorativo ad Alessandria.
ANSA - 14/07/2017
Da migranti ad apicoltori. “Bee my job” è un progetto di apicoltura urbana e sociale con la quale rifugiati e richiedenti asilo hanno l’opportunità di imparare un mestiere, incontrare i cittadini italiani e integrarsi attraverso il lavoro. L’iniziativa è portata avanti nel comune di Alessandria dall’associazione di promozione sociale Cambalache e coinvolge i migranti ospiti dei centri di accoglienza del comune e i soggetti vulnerabili aiutati dai progetti di Caritas e servizi sociali.
Leggi l'articolo
Zucchini coltivati dai migranti ora si acquistano su WhatsApp.
La Stampa - 07/07/2017
Gli ortaggi curati dai richiedenti asilo si vendono su WhatsApp: è stato aperto un gruppo (con oltre 250 partecipanti, per ora) su cui ogni giorno vengono condivise le foto del raccolto e delle verdure disponibili.
Leggi l'articolo
Accoglienza immigrati da manuale con Bee My Job.
Fondazione SociAL - 28/06/17
Il progetto Bee my job, promosso dall’Associazione Camabalche e sostenuto dalla Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2014 e 2016, è stato inserito nel Manuale nazionale della buone partiche dello SPRAR.
Leggi l'articolo
Bee My Job selezionato dalla Robert F. Kennedy Human Rights.
Fondazione SociAL - 28/06/17
Bee My Job, il progetto di apicoltura urbana e sociale per rifugiati e richiedenti asilo promosso dall’Associazione Camablache e sostenuto dalla Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2016 e 2016, è una delle 10 best practices individuate dalla Robert F Kennedy Human Rights per la RFK Flagship Initiative for Mediterranean Challenges.
Leggi l'articolo
L'apicoltura dei richiedenti asilo piace anche a livello nazionale.
Il Piccolo - 07/04/2017
Leggi l'articolo
Apicoltura solidale.
L'Apis - n. 3 marzo-aprile 2017
Coltivare significa letteralmente lavorare un terreno affinché produca frutti. Il raccolto che la nostra associazione Cambalache ha immaginato è fatto di rispetto, di inclusione, di conoscenza e reciproco scambio. Il terreno giusto per mettere in pratica questo impegno lo ha trovato quando ha avuto accesso al mondo delle api.
Leggi l'articolo
Rifugiati e richiedenti asilo si formano all’EnAIP.
enaip.piemonte.it, 27/02/2017
Partito presso l’EnAIP di Alessandria, il 20 febbraio, un corso di formazione in agricoltura e apicoltura. I beneficiari sono rifugiati, richiedenti asilo e soggetti deboli, individuati da APS Cambalache, Cissaca, Coompany& e Caritas Diocesana di Alessandria.
Leggi l'articolo
Rifugiati e richiedenti asilo in aula con “Bee My Job 2.0” e “Iniziativa Lavoro”.
Alessandria news - 25/02/2017
Quest’anno i progetti “Bee My Job 2.0” e “Iniziativa Lavoro”, promossi da Aps Cambalache, portano in aula 25 nuovi studenti per il corso di formazione in apicoltura e agricoltura biologica. I beneficiari dei progetti sono rifugiati, richiedenti asilo e soggetti deboli, individuati da APS Cambalache, Cissaca, Coompany& e Caritas Diocesana di Alessandria.
Leggi l'articolo
In salvo dalla Guinea, muore mentre va al lavoro.
La Stampa - 16/10/2016
Sopravvivere all’Odissea sulla carretta del mare e poi morire per un incidente in bici proprio quando la vita comincia a girare per il verso giusto. Il bastone tra le ruote gliel’ha messo il destino: lo scorso venerdì 7 ottobre, un automobilista ha aperto la portiera della macchina mentre Sirabji Bjau, 21 anni, in sella alla sua bici stava raggiungendo il posto di lavoro.
Leggi l'articolo
Ora i migranti studiano per fare gli apicoltori - Un nuovo progetto al Forte Acqui vuole aiutarli a trovare lavoro.
La Stampa - 27/03/2016
Si avvicinano alle api senza timore, maneggiano i telai scordandosi dei guanti e si muovono tra le arnie con una tranquillità che stupisce. La paura non è un limite per i ragazzi che partecipano al progetto Bee My Job dell’associazione Cambalache di Alessandria: sono tutti richiedenti asilo tra i 17 e i 30 anni.
Leggi l'articolo
Bee My Job: per una cultura rispettosa di uomini e ambiente.
L'Apis - n.2 - Febbraio 2016
Mettiamo alcune imprese leader nel settore dell’apicoltura. Mettiamo un gruppo di ragazzi arrivati in Italia da varie parti del mondo per fuggire dalla guerra, dalla fame, dalle torture e cercare un futuro migliore. Aggiungiamo la voglia di mettersi in gioco, con una nuova professione e poi loro, quegli straordinari animali che sono le api. Ed ecco che nasce un percorso, una nuova esperienza di vita per un gruppo di giovani, quattro richiedenti asilo provenienti da diversi paesi dell’Africa, e al tempo stesso per due aziende piemontesi che con loro hanno iniziato a lavorare.
Leggi l'articolo
Ismail, il profugo apicoltore che ora insegna il mestiere.
Il secolo XIX - 09/10/2016
La paura più grande da affrontare è stata quella verso le api, «perché da noi, in Africa, sono più aggressive». Dopo due anni, c’è chi maneggia le arnie a mani nude.
Leggi l'articolo
Una mattinata con le api e il ronzio dell'integrazione.
Il Piccolo - 07/10/2016
Leggi l'articolo
La natura sociale dell’apicoltura.
Blog Luca Fanelli - 29/10/2015
Delle testimonianze emerse nella tavola rotonda su apicoltura e cooperazione, una delle più efficaci, a mio parere è stata quella di Celso, che ha raccontato delle sue esperienze in Africa: “Appena arrivato, con il mio sapere tecnico di apicoltore, ho constatato che nessuno applicava delle tecniche moderne.
Leggi l'articolo
A Forte Acqui l’apiario urbano e solidale.
Zapping - 28/10/2015
Combinare l’accoglienza e la formazione professionale, regalando al contempo qualcosa d’innovativo alla città, non è un obiettivo facile da conseguire. Eppure, APS Cambalache, supportata dalla Fondazione SociAL e da altri 13 partner, pubblici e privati, c’é riuscita grazie al progetto “Bee My Job” e all’apertura dell’apiario urbano al Forte Acqui di Alessandria.
Leggi l'articolo
L’apicoltura a Forte Acqui grazie a Bee My Job.
Fondazione SociAL - 12/10/2015
Sono state inaugurate giovedì 1 ottobre le arnie del progetto Bee My Job, un’iniziativa di apicoltura sociale e urbana avviata dall’associazione Cambalache, con l’intento di formare professionalmente e inserire nel mondo del lavoro i richiedenti asilo e i rifugiati.
Leggi l'articolo
L'apicoltura sbarca a Forte Acqui.
Alessandria news - 05/10/2015
Sono state inaugurate giovedì 1 ottobre le arnie del progetto Bee My Job, un’iniziativa di apicoltura sociale e urbana avviata dall’associazione Cambalache, con l’intento di formare professionalmente e inserire nel mondo del lavoro i richiedenti asilo e i rifugiati.
Leggi l'articolo
Allevare le api? Può favorire l'integrazione dei rifugiati.
Repubblica - 05/05/2015
Un progetto sperimentale che punta sul mezzo più prezioso per restituire dignità e favorire l’integrazione: il lavoro. Una scommessa che passa attraverso la natura e l’articolato sistema di vita delle api, alleate indispensabili del mondo agricolo.
Leggi l'articolo
Rifugiati apicoltori in quel di Alessandria.
Vie di fuga - 28/04/2015
Ad Alessandria negli anni della crisi, dove trovare lavoro sembra quasi un miracolo, soprattutto se si è stranieri, nasce un progetto che unisce ambiente, rifugiati, richiedenti asilo e lavoro. Promotrice del progetto è l’Associazione Cambalache e il titolo del progetto, che gioca con l’inglese, non lascia spazio a dubbi: “Bee my job”.
Leggi l'articolo
Rifugiati politici e apicoltura.
Aspromiele - 31/03/2015
Aspromiele ha collaborato con l’associazione “Cambalache”, da anni impegnata in provincia di Alessandria nell’accoglienza di cittadini stranieri, alla realizzazione del progetto “Bee My Job” (leggi tutto), finanziato dalla Fondazione SociAL, organizzando un corso di formazione in apicoltura rivolto a 17 persone richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale.
Leggi l'articolo
I profughi diventano apicoltori e tengono lezioni ai ragazzi
La Stampa - 2015
Leggi l'articolo
ONDA_VS_BASSO_3f8292W

CAMBALACHE CERCA TE

ONDA_VS_ALTO_5C6668

CAMBALACHE CERCA TE

LE ULTIME DAL BLOG

Vivi in prima persona le iniziative e i progetti Cambalache nel racconto quotidiano del suo operato

Dream Team: il Servizio Civile con Cambalache. Sogna e costruisci un futuro di inclusione

Per realizzare il sogno di una società inclusiva è importante mettersi in gioco. Farlo a partire dalle esperienze concrete di chi lavora ogni giorno per questo obiettivo. L’opportunità c’è e

Quando la salvezza si chiama miele. Con MEDU e il progetto Terragiusta 5 nuovi apicoltori dalla tendopoli di Rosarno sul modello di Bee My Job

Partire da una tendopoli, senza la prospettiva di un futuro. Le giornate passate nei campi, sotto il sole cocente, la notte nel buio, solo la terra sotto i piedi e

La sfida di Gianluca, inclusione e crescita con Alimentare, Watson!

“Poter lavorare a contatto con la api, conoscere da vicino la produzione del miele, confrontarsi con il lavoro nell’orto è stata un’esperienza entusiasmante, soprattutto dal punto di vista umano”. Gianluca

LE ULTIME DAL BLOG

Vivi in prima persona le iniziative e i progetti Cambalache nel racconto quotidiano del suo operato

Dream Team: il Servizio Civile con Cambalache. Sogna e costruisci un futuro di inclusione

Per realizzare il sogno di una società inclusiva è importante mettersi in gioco. Farlo a partire dalle esperienze concrete di chi lavora ogni giorno per questo obiettivo. L’opportunità c’è e

Quando la salvezza si chiama miele. Con MEDU e il progetto Terragiusta 5 nuovi apicoltori dalla tendopoli di Rosarno sul modello di Bee My Job

Partire da una tendopoli, senza la prospettiva di un futuro. Le giornate passate nei campi, sotto il sole cocente, la notte nel buio, solo la terra sotto i piedi e

La sfida di Gianluca, inclusione e crescita con Alimentare, Watson!

“Poter lavorare a contatto con la api, conoscere da vicino la produzione del miele, confrontarsi con il lavoro nell’orto è stata un’esperienza entusiasmante, soprattutto dal punto di vista umano”. Gianluca

DREAM TEAM: IL SERVIZIO CIVILE CON CAMBALACHE. 

Sogna e costruisci un futuro di inclusione.
SCOPRI DI PIU'
close-link