GUEST BOOK

GUEST BOOK

CAMBALACHE RACCONTATA ATTRAVERSO LE TESTIMONIANZE DEI SUOI COLLABORATORI. STORIE ED ESPERIENZE DI UN PERCORSO DI VITA.

Andrea Jiménez de la Torre – studentessa colombiana

"The reason why I decided to go as a volunteer, was because I felt the need to connect with other people, get to know a problem that affects everyone but few people care about them"

Kristin Richau – studentessa tedesca

"The working athmosphere is great and harmonic and you really feel like everyone is trying their best to work for a shared goal"

Martina D’Agostino – studentessa di Antropologia Culturale all’Università di Bologna

“Collaborare con Cambalache è stata un’esperienza preziosa. L’Associazione è un vero punto di riferimento nel contesto dell’accoglienza, perché unisce in modo innovativo risorse, bisogni e professionalità, dando più valore al nostro futuro”.

Rachel Frame – studentessa scozzese di Antropologia

"I wanted to find out more about the challenges refugees face when integrating into a new society and what can be done to help them"

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“Ho coinvolto Cambalache in un progetto di ricerca didascalico e fotografico. Un reportage in cui ho spiegato come il ritorno alla terra sia spesso percepito come il ritorno alla storia, alla cultura e alla tradizione di un determinato territorio. Questo vale per chi vi ha sempre vissuto e per chi vi è appena giunto, mosso da scelte obbligate ma coraggiose”.

CAMBALACHE RACCONTATA ATTRAVERSO LE TESTIMONIANZE DEI SUOI COLLABORATORI. STORIE ED ESPERIENZE DI UN PERCORSO DI VITA.

Andrea Jiménez de la Torre – studentessa colombiana

"The reason why I decided to go as a volunteer, was because I felt the need to connect with other people, get to know a problem that affects everyone but few people care about them"

Kristin Richau – studentessa tedesca

"The working athmosphere is great and harmonic and you really feel like everyone is trying their best to work for a shared goal"

Martina D’Agostino – studentessa di Antropologia Culturale all’Università di Bologna

“Collaborare con Cambalache è stata un’esperienza preziosa. L’Associazione è un vero punto di riferimento nel contesto dell’accoglienza, perché unisce in modo innovativo risorse, bisogni e professionalità, dando più valore al nostro futuro”.

Rachel Frame – studentessa scozzese di Antropologia

"I wanted to find out more about the challenges refugees face when integrating into a new society and what can be done to help them"

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“Ho coinvolto Cambalache in un progetto di ricerca didascalico e fotografico. Un reportage in cui ho spiegato come il ritorno alla terra sia spesso percepito come il ritorno alla storia, alla cultura e alla tradizione di un determinato territorio. Questo vale per chi vi ha sempre vissuto e per chi vi è appena giunto, mosso da scelte obbligate ma coraggiose”.

ONDA_VS_BASSO_3f8292W

CAMBALACHE CERCA TE

ONDA_VS_ALTO_5C6668

CAMBALACHE CERCA TE

LE ULTIME DAL BLOG

Vivi in prima persona le iniziative e i progetti Cambalache nel racconto quotidiano del suo operato

La sfida di Gianluca, inclusione e crescita con Alimentare, Watson!

“Poter lavorare a contatto con la api, conoscere da vicino la produzione del miele, confrontarsi con il lavoro nell’orto è stata un’esperienza entusiasmante, soprattutto dal punto di vista umano”. Gianluca

Al via il Bee My Job Contest! Da progetto di apicoltura sociale ad acceleratore di iniziative per l’inclusione lavorativa dei rifugiati

Parte il Bee My Job Contest! La proposta di intervento di promozione dell'inclusione lavorativa dei rifugiati di più innovativa, elaborata nei sei Workshop di Capacity Building & Sharing, verrà premiata e potrà diventare realtà, seguendo un percorso gratuito di accelerazione, sotto la guida di Cambalache.

Skill Me UP! e il Focus group per operatori dell’accoglienza. Per non essere soli davanti alla sofferenza

Confronto, ascolto, scambio per crescere insieme, per non essere più da soli davanti alla sofferenza. Fin dall’inizio il progetto Skill Me UP!, dedicato all’assistenza e all’inclusione di rifugiati e richiedenti

LE ULTIME DAL BLOG

Vivi in prima persona le iniziative e i progetti Cambalache nel racconto quotidiano del suo operato

La sfida di Gianluca, inclusione e crescita con Alimentare, Watson!

“Poter lavorare a contatto con la api, conoscere da vicino la produzione del miele, confrontarsi con il lavoro nell’orto è stata un’esperienza entusiasmante, soprattutto dal punto di vista umano”. Gianluca

Al via il Bee My Job Contest! Da progetto di apicoltura sociale ad acceleratore di iniziative per l’inclusione lavorativa dei rifugiati

Parte il Bee My Job Contest! La proposta di intervento di promozione dell'inclusione lavorativa dei rifugiati di più innovativa, elaborata nei sei Workshop di Capacity Building & Sharing, verrà premiata e potrà diventare realtà, seguendo un percorso gratuito di accelerazione, sotto la guida di Cambalache.

Skill Me UP! e il Focus group per operatori dell’accoglienza. Per non essere soli davanti alla sofferenza

Confronto, ascolto, scambio per crescere insieme, per non essere più da soli davanti alla sofferenza. Fin dall’inizio il progetto Skill Me UP!, dedicato all’assistenza e all’inclusione di rifugiati e richiedenti